EPISODIO 4: LA MEMORIA È PREZIOSA


L'arrivo delle festività natalizie mi impone di trovare una mediazione tra le tematiche del mio 'progetto senza titolo' e le precise esigenze di marketing di un esercizio commerciale...tuttavia volevo mantenere un filo conduttore estetico con le installazioni precedenti per non perdere il filo conduttore di questo lavoro.


Ed è così che insieme ad Isabella decidemmo, già un paio di mesi in anticipo, la strada da intraprendere: ci tuffammo alla ricerca di cartoline d'epoca, dai primi del Novecento fino agli anni Quaranta, da appendere al soffitto del negozio con sobri nastri di raso nero.

Le cartoline ondeggiano al passaggio dell'aria rivelandoci il retro, recante calligrafie d'inchiostro seppiato, su cui spiccano auguri, saluti e sogni d'un tempo passato in cui la corrispondenza cartacea era l'unico modo per tenersi in contatto con i cari lontani.

Unica concessione contemporanea: l'intervento con l'oro, quasi esse ne fossero intinte timidamente alla base, rendendole, se si può, ancor più preziose.


Durante la Grande Guerra le missive da e per il fronte raggiunsero numeri enormi, quasi quattro miliardi tra lettere e cartoline; gli scambi epistolari rappresentarono un evento comunicativo epocale e tutt'ora le lettere dei soldati costituiscono una fondamentale documentazione di studio sulla vita al fronte...

...argomento che trattai nello specifico in una mia installazione del 2013 intitolata "Diario di una Prigionia", per la rassegna Maravee Anima, in cui ideai una trincea costituita da sacchi postali contenenti riproduzioni di cartoline della Grande Guerra.


Da Bardot, via Madonna del Mare 2/b, Trieste, fino al 6 gennaio.


THE WAY I SEE

THE LIFE !

RECENT POSTS

ARCHIVE

TAG

SEGUI

IL PROGETTO SENZA TITOLO

© 2023 by The Mountain Man. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now